Impianti in pressione

La più efficiente modalità di distribuzione dell'acqua del C.E.R. è quella degli impianti di distribuzione tubata in pressione. Sono opere costituite da una stazione di pompaggio e da una rete di condotte di adduzione e distribuzione, comprensiva di gruppi di consegna - o idranti- collocati ai bordi delle aziende agricole beneficiarie.
La scelta strategica operata dal Consorzio è quella di sviluppare la distribuzione irrigua in pressione nella parte del distretto di pianura che si trova a monte del C.E.R., sia perché è una zona posta ad una quota altimetrica più elevata rispetto al vettore e, quindi, raggiungibile soltanto con il rilancio dell'acqua in pressione, sia perché è particolarmente vocata alle pratiche agricole idroesigenti. Vi sono, comunque, anche tre opere analoghe a valle del C.E.R. -precisamente due in Comune di Conselice e una in Comune di Ravenna-, che rappresentano i primi esempi di distribuzione in pressione realizzati nel comprensorio della Romagna Occidentale.

Lo schema completo di distribuzione a monte del C.E.R. può essere così sintetizzato: l'acqua viene derivata dal C.E.R. attraverso una prima centrale di pompaggio che la immette in una condotta di risalita ed in condotte di distribuzione a servizio dei distretti irrigui ubicati nei pressi della prima centrale; la condotta di risalita rilancia l'acqua verso monte fino a raggiungere un invaso con funzioni di vasca di compensazione; da qui l'acqua viene nuovamente prelevata tramite una seconda centrale che la immette in un'ulteriore condotta di risalita ed in condotte di distribuzione; la seconda condotta di risalita porta l'acqua ancora più a monte fino ad un'altra vasca di compensazione dove una terza centrale la preleva per immetterla nelle condotte di distribuzione a servizio degli ultimi distretti. L'acqua viene distribuita ad una pressione non inferiore a 4 atmosfere.

Negli ultimi anni, nell'ambito dell'ampliamento della distribuzione irrigua a monte del C.E.R., si è affermato uno schema distributivo ad usi plurimi, vale a dire non più soltanto a beneficio delle aziende agricole, ma anche del comparto industriale, nonché civile per gli usi grezzi.

La mappa

Mappa degli impianti in pressione